Scheda del Corso

Scienze Forestali e Ambientali

  • Classe di Laurea: LM-73 Scienze e tecnologie forestali ed ambientali
  • Tipo di corso: Specialistico/Magistrale
  • Area didattica: Agraria
  • Scuola: Scuola di Agraria e Medicina Veterinaria
  • Dipartimento: Dipartimento di Agraria
  • Durata: 2 anni
  • Accesso al Corso: Laurea di 1° livello
  • Coordinatore: Prof. Antonio Saracino
  • Sito Web: www.agraria.unina.it/didattica/corsi-di-laurea/lauree-magistrali/scienze-forestali-e-ambientali
  • Ufficio Segreteria Studenti: Segreteria Studenti Area didattica Agraria
  • Sportello di Orientamento:
    • Sede: Via Università 100 - 80055 - Portici - Napoli
    • Telefono: 081 2539145
    • e-mail: agraria.orienta@unina.it
    • Referente: sig. Patrizio Di Lorenzo
  • Obiettivi specifici:

    Gli obiettivi formativi specifici del Corso sono quelli di fornire conoscenze e formare abilità tecniche e professionali adeguate per poter operare nel territorio forestale dove si svolge la produzione delle materie prime forestali
    Il percorso formativo prevede differenti aree di apprendimento:

    1. Area della difesa e del riassetto del territorio: è rappresentato da un corpo di discipline con cui si prende conoscenza della matrice suolo e dei fenomeni idraulici che caratterizzano i versanti montani e le modalità di difesa di questi. Il rilievo e il monitoraggio da remoto e le rappresentazioni georiferite offrono ampie opportunità di analisi e rappresentazione spaziale di fenomeni quali la produzione, lo stato fitosanitario, etc. dei boschi e delle aree contigue correlate.
    2. Area delle discipline forestali e ambientali: riguardano la conservazione e la difesa dell'ecosistema forestale, unitamente ai metodi di misurazione e stima di variabili dimensionali di alberi e boschi e alla pianificazione della gestione forestale sostenibile a scala aziendale.
    3. L'area delle discipline economiche gestionali inquadra il territorio e i prodotti forestali nel contesto più ampio nazionale e internazionale delle risorse ambientali e della filiera legno.
    4. L'area delle discipline dell'industria del legno focalizza l'attenzione sul legno come materia prima evidenziandone le diversità specifiche e le caratteristiche fisico-meccaniche.
    5. Area delle altre attività formative: consente l'acquisizione di conoscenze relative all'utilizzazione, in forma scritta e orale, di un livello avanzato di almeno una lingua dell'Unione Europea, di norma l'inglese; conoscenze per l'accompagnamento al mondo del lavoro.
  • Il corso di studio in breve:

    Il corso di studio SFAm, tende a fornire una conoscenza teorica e applicativa nei settori:

    1. della conservazione della natura e della difesa;
    2. dell'ecologia modellistica applicata;
    3. del telerilevamento e dell'uso dei sistemi GIS;
    4. della pedologia;
    5. delle tecnologie del legno e della dendrocronologia;
    6. della protezione idraulica del territorio;
    7. della dendrometria e dell'assestamento forestale;
    8. dell'economia e politica forestale.

    Il Corso di Laurea Magistrale in Scienze Forestali ed Ambientali afferisce alla Classe LM-73, si svolge in due anni e il piano di studio prevede:
    9 esami di profitto per un totale di 81 CFU. I restanti 39 CFU sono ripartiti tra: esami a scelta dello studente (15 CFU), altre attività (4 CFU) e la prova finale (20 CFU).

  • Conoscenze richieste per l'accesso:

    Per l'ammissione al Corso di Laurea Magistrale in Scienze Forestali ed Ambientali occorre essere in possesso di un titolo di laurea conseguito nella classe L-25 o nella classe di laurea L-20 dei previgenti ordinamenti.
    I requisiti curriculari richiesti per l'ammissione sono quelli propri dei laureati nelle classi L-25 e L-20. I laureati di altre classi possono accedere alla laurea magistrale dopo verifica dell'adeguatezza della preparazione personale. Tali candidati dovranno svolgere, una prova di valutazione, il cui esito è vincolante ai fini dell'iscrizione. La prova di valutazione sarà effettuata mediante colloquio orale su argomenti riguardanti le materie caratterizzanti delle lauree della classe L25. I saperi minimi per l'accesso alla Laurea Magistrale verranno stabiliti annualmente dalla Commissione,
    unitamente alle date stabilite per i colloqui orali, con congruo anticipo (prima decade di luglio) sul sito web di Dipartimento. Al termine della ricognizione dei saperi minimi al candidato verrà comunicato il risultato della prova.

  • Orientamento in ingresso:

    L'Ufficio Dipartimentale per la Didattica fornisce un servizio Orientamento in ingresso (Coordinamento Prof. D. Carputo, contatto Sig. P. Di Lorenzo) così articolato:

    1. organizzazione di visite da parte delle scuole richiedenti finalizzate alla descrizione dell'offerta formativa dei vari CdS, visite guidata delle strutture dipartimentali, attività seminariali e di laboratorio (per l'elenco vedi link allegato) La presentazione dell'offerta formativa e la visita guidata delle strutture del dipartimento viene offerta anche a singoli studenti che ne fanno richiesta;
    2. Progetto Accoglienza: durante la prima settimana del mese di ottobre è organizzata una giornata in cui il Direttore, il personale del Dipartimento e i rappresentanti delle associazioni studentesche accolgono i neo iscritti presentando l'organizzazione dei corsi e le strutture del Dipartimento;
    3. progettazione e pubblicazione di locandine informative sull'offerta formativa e sul programma della settimana dell'accoglienza, filmato lip-dup girato dagli studenti del Dipartimento, progettazione grafica e stampa di due miniguide, "Costruisci il tuo futuro " e "Agraria in tasca" (www.dipartimentodiagraria.unina.it).
    4. presentazione del corso di laurea magistrale agli studenti del 2° e 3° anno delle lauree triennali.

    Il corso di studio, oltre ad avere una pagina web nella quale sono reperibili le informazioni aggiornate essenziali relative alle modalità di accesso, ai calendari e ai piani didattici, fornisce attività di orientamento ai potenziali interessati attraverso l'Ufficio Dipartimentale per la didattica, il Coordinatore e i tutor del cds.

  • Prova finale:

    La prova finale per il conseguimento della Laurea Magistrale consiste nella illustrazione e discussione di una ricerca scientifica originale, sviluppata dal candidato sotto la guida di un docente, teso a dimostrare la maturazione del candidato in termini di autonomia operativa, gestione delle strumentazioni, delle metodologie e degli strumenti di valutazione, l'autonomia intellettuale del candidato e la sua capacità di collegamento dei diversi saperi appresi nell'arco del corso di studio, nonché le sue capacità comunicative e di trasferimento delle conoscenze.

  • Servizi Aggiuntivi:
  • Per approfondimenti:

    Scheda Universitaly


Elenco insegnamenti

Orario lezioni

Calendario esami

Calendario sedute di laurea