One Health: scelte responsabili per un'alimentazione salutare, ecosostenibile

immagine rappresentativa one health

Questo ciclo di seminari, rivolto non solo agli studenti ma a tutti coloro che hanno a cuore le sorti del pianeta su cui viviamo, intende fare il punto sulle più recenti acquisizioni scientifiche inerenti all'impatto della nostra dieta abituale sull'ambiente e, in particolare, sul clima, che sta subendo una devastante modifica legata ai comportamenti individuali e collettivi.

Purtroppo, lo stretto rapporto tra scelte alimentari e ambiente non viene adeguatamente considerato tra le strategie per ridurre il riscaldamento globale. Si dà, giustamente, importanza alla ricerca sulle fonti energetiche alternative ai combustibili fossili, ma spesso si dimentica l'importanza delle scelte alimentari nella salvaguardia dell'ecosistema. Invece, l'alimentazione ha un rilevante impatto sull'ambiente in quanto la produzione agricola, la trasformazione industriale e il trasporto degli alimenti non solo danno un grosso contributo alla produzione di anidride carbonica - circa il 30% del totale delle emissioni - ma concorrono anche al consumo di acqua e di suolo, assottigliando la portata dei corsi d'acqua e sottraendo territori ai boschi e alle foreste. Tuttavia, non tutti gli alimenti hanno uguale impatto sull'ecosistema: la produzione di alimenti di origine animale utilizza una maggiore quantità di risorse ambientali e determina una più elevata produzione di gas serra (fino a trenta volte) rispetto agli alimenti vegetali. Migliorando le abitudini alimentari degli Italiani mettendo pienamente in pratica i dettami della dieta mediterranea si darebbe un notevole contributo alla salute del pianeta, grazie a una rilevante diminuzione delle emissioni di gas serra. Infatti, in questo modo non solo otterremmo innegabili benefici per la salute, in relazione al rischio di malattie cardiovascolari, diabete e tumori, ma otterremmo anche un risparmio annuo pro capite di 725 Kg nell'emissione di anidride carbonica, che corrisponde all'incirca alla quantità prodotta da un'auto di media cilindrata per percorrere 4000 Km (Roma- Copenaghen e ritorno).

Questi temi saranno affrontati dalla Dr.ssa Marta Antonelli, che da anni si occupa di queste problematiche a livello scientifico e divulgativo, e che è coinvolta in una delle principali ricerche su questi temi finanziata dalla Comunità Europea.

I seminari saranno moderati dalla Prof.ssa Angela Albarosa Rivellese, Coordinatrice del Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Nutrizione Umana, e prevedono un intervento introduttivo della Prof.ssa Olga Vaccaro, Coordinatrice del Corso di Laurea in Dietistica, nonché della Prof.ssa Brunella Capaldo e del Prof. Giovanni Annuzzi.

I seminari saranno on line su piattaforma TEAMS con accesso tramite questo link.

I seminari si terranno nei giorni 13 Aprile, 11 Maggio e 8 giugno alle ore 15.00

Allegati:


In primo piano

  • 3 PhD positions available - Marie Sklodowska-Curie Actions (MSCA-ITN)

    Deadline 1st April 2021 00:00. Leggi tutto

  • Avviso ritiro referti per visite mediche studenti

  • Vincitori del Bando Part Time a.a. 2019/20 convocati per la firma del contratto

  • Formazione sicurezza lavoratori equiparati

    Tutti gli allievi che frequentino laboratori sono equiparati ai lavoratori e quindi destinatari delle misure  poste a tutela della loro salute e sicurezza. Leggi tutto

  • Avviso per gli studenti (VE e SE) in attesa di convocazione per la visita medica

  • AVVISO DI SELEZIONE N°: ISAFOM-009-2020-NA

    per un assegno di ricerca professionalizzante da svolgersi presso la sede di Portici. leggi tutto